be

Be Forest a Textures 2014

28 maggio 2014

Tra Dream Pop e Shoegaze, venerdì 18 Luglio i BE FOREST, di ritorno da un tour europeo, saliranno sul palco di Textures.

È difficile da credere, ma il big bang della black wave italiana ha come centro Pesaro. Tutto ha inizio nel 2011, quando il capoluogo marchigiano inizia a sfornare gruppi rivelatisi in questi ultimi anni le più promettenti realtà della scena musicale italiana, producendo dischi davvero interessanti. Vengono fuori riscoprendo il lato più oscuro di quegli anni 80 e inizio 90, finora celebrati soprattutto per altri, più superficiali, aspetti. I BE FOREST, band che combina sonorità shoegaze di ieri e di oggi, ne sono un valido esempio. Già dal nome il terzetto pesarese riecheggia i Cure. Cold è il gioiello discografico che, nella primavera del 2011, segna il loro esordio. Il post punk più cupo e atmosfere oniriche si mescolano tra delay e chitarre riverberate.

A distanza di 3 anni dal loro eccellente debutto, i Be forest tornano con il loro secondo album, Earthbeat . Il viaggio iniziato con Cold prosegue, ora, con un sound più ricercato e coeso. Il lungo tour europeo nel quale il neo-quartetto si sta imbattendo (dopo quello del 2012 a fianco dei canadesi Japandroids) racconta come il loro lavoro sulle sonorità new wave più malinconiche si sia impreziosito maggiormente di eleganza e personalità, raggiungendo livelli più sofisticati rispetto all’album di esordio e risultando sempre più magnetico e affascinante, come le gelide foschie mattutine evocate in ogni singola linea melodica.   Be Forest 18 Luglio, Textures – Palazzo Montevergine, Airola – BN